What is it?|Prototypes|Comments|Artworks|Events and News|Contacts|Partnership|Your advertising in Ludisburg|Are you a Publisher?

LEY LINES

L'espressione ley line venne coniata nel 1921 dall'archeologo dilettante Alfred Watkins, riferendosi a presunti allineamenti da lui stesso "scoperti" di numerosi luoghi di interesse geografico e storico, come i megaliti. Watkins cercò di identificare tracce di antichi percorsi nel paesaggio britannico. In questo gioco Pick & write tramite punti di riferimento nel paesaggio dovrai trovare la strada migliore per collegare due o più megaliti possibili per guadagnare punti credibilità. Riuscirai a confermare la teorie di Watkins? The expression ley line was coined in 1921 by amateur archaeologist Alfred Watkins, referring to alleged alignments he himself "discovered" of numerous places of geographical and historical interest, such as megaliths. Watkins tried to identify traces of ancient paths in the British landscape. In this Pick & write game through landmarks in the landscape you will have to find the best way to connect two or more megaliths as possible to earn credibility points. Will you be able to confirm Watkins' theories?

Board game
  • Luigi Russo
  • Environmental
  • Territory Building
  • Combining items
  • Drawing
  • Grid Movement
Overview|Documents|FAQ|Updates|Comments
  • Luigi Russo

    Nuovo regolamento print & play disponibile per il download Aggiunta la modalità giocatore singolo

  • Luigi Russo

    Mi servirebbe sapere se la meccanica di set collection funziona ed è gradevole. Sarebbe da testare la distribuzione dei simboli sulle carte.

  • Ivan Venturin

    Ho visto che utilizzi delle carte con più percorsi a scelta, ma se ogni carta avesse 1 solo percorso a disposizione potresti tranquillamente eliminarle e creare dei token esagonali (magari anche F/R) con il percorso da piazzare direttamente sulla propria plancia, così eviti di far disegnare i giocatori perché ho visto che è facile sbagliare e sono d'accordo con Teodoro sul fatto che crei tempi morti. In più le plance potrebbero essere così di cartoncino e non di materiale plastico per disegnarvi sopra e non servirebbero nemmeno i pennarelli

  • Zoe Siviglia

    Ciao Luigi, ho fatto una prova del tuo gioco, ma non mi è chiaro quando dici nel regolamento di scegliere 2 carte necessariamente con lo stesso sfondo/colore. Capita che non ci siano carte dello stesso sfondo colore, soprattutto per chi gioca alla fine, ma in ogni caso non capisco perché questo vincolo

  • Luigi Russo

    Con queste regole è pensabile per più di 6 giocatori? with these rules is it conceivable to play this game with more than 6 players?